lunedì 2 febbraio 2015

Around the World Blog Hop

È ormai noto che non amo essere coinvolta e lasciarmi coinvolgere in “catene di Sant’Antonio” ed infiniti scambi di banners e followers pur di rendere visibile il mio blog… Questa volta ho accettato dietro invito di Monila, una blogger creativa che dipinge la porcellana e le cui opere mi piacciono davvero moltissimo, specie piatti ed alzatine per torte JQUI c'è il suo blog!! Con Monila ci siamo conosciute sulla FanPage FB di CasaFacile, ormai 4/5 anni fa, ci “seguiamo” discretamente sui nostri blog e spero d’incontrarla presto nel mio prossimo viaggio in Lombardia in occasione di un corso che seguirò.
Monila mi ha nominata come una delle blogger creative che segue con piacere ed ha così partecipato all'Around the World Blog Hop che permette di far conoscere ai propri followers altre blogger creative… ci provo anche io, dai!

Non parlo spesso e volentieri di me, ma rispondo a qualche domanda sul mio blog e le varie forme di “arte” da cui sono attratta.

COME FUNZIONA IL MIO PROCESSO CREATIVO?

Brisée-misù
Il mio processo creativo nasce da un impulso, solitamente non programmo troppo quel che voglio realizzare e mi riferisco sia alla cucina, sia ai miei hobbies (che descrivevo qui). A volte basta un profumo, o un nome, o un colore, o un’immagine, o un ingrediente, per scatenare la voglia di assaggiare, rivoluzionare, creare… mi è perfino capitato di fare schizzi di dolcetti e torte (come in questo caso), ma la loro realizzazione è quasi istantanea, nell’arco di un giorno o due, perché se mi “sfugge l’attimo” ci ripenso e non realizzo più nulla!
Generalmente tutto ciò che realizzo è per me e per la mia famiglia, fratelli, nipoti, al massimo qualche amico che chiede un favore perché si fida di me, quindi mai con guadagno. Nel realizzare qualsiasi cosa, che sia una torta, una sedia o una Barbie poco importa, mi baso sui gusti della persona, o almeno mi faccio svelare cosa non piace prima ancora di scoprire cosa piace, ci penso un po’ e se arriva l’ispirazione è quella, non ci penso troppo.

PERCHÉ FACCIO CIÒ CHE FACCIO?

Irish Cream Chiffon Cake
La cucina, così come le altre attività, mi rilassa, mi permette di stare un po’ con me stessa, di ritagliare uno spazio solo mio. Mentre sto cucinando o cucendo o dipingendo, io prego, rifletto, studio soluzioni, addirittura programmo attività da realizzare a scuola!
Per cui faccio quel che faccio perché, pur volendo, non potrei farne a meno: fin da piccola ho sempre inventato, creato, la mente e le mani sempre in movimento, con la mamma e la nonna che ripetevano “impara l’arte e mettila da parte”… non che non sappia stare senza far nulla, anzi amo molto il mio divano J ma dal piccolo muffin alla torta migliore che io possa realizzare, tutto mi meraviglia sempre dell’immenso dono ricevuto, quello delle mani operose!!

IN CHE MODO IL MIO LAVORO SI DIFFERENZIA DA QUELLO DEGLI ALTRI DEL SUO GENERE?

Coulis di Melograno
Parliamo solo di cucina qui, altrimenti il discorso si farebbe troppo lungo.
La cucina e la pasticceria sono molto inflazionate ultimamente, grazie ai talent ed ai programmi di cucina che occhieggiano da tutti i canali tv, per non parlare di siti e foodblog… e non parliamo del Cake Design, la pasta di zucchero spunta da ogni dove, ma troppo spesso come “ultima moda” a cui non si può rinunciare.
Ecco, iniziamo da quest’ultimo, dal Cake Design… intanto io NON faccio Cake Design, non fa per me! Mi spiego: la pasta di zucchero la produco in casa all’occorrenza, ma non amo, pur sapendolo fare, perdere tempo con le figure in 3D, perdere tempo perché è necessario star dietro alla loro realizzazione per giorni e queste figure tridimensionali non verranno mangiate, nella migliore delle ipotesi conservate, nella peggiore finiranno nel secchio dell’umido!!! Con la pasta di zucchero, se serve, preferisco semplicemente rifinire una torta che sia davvero ottima nel sapore, una finitura semplice, elegante, con nastrino a sigillo di un lavoro che sia di autentica pasticceria, cosa che troppo spesso le torte di Cake Design non sono… e perché il mio lavoro sarebbe diverso? Perché intorno a me vedo tuttipazziperlapastadizucchero, io non lo sono… ma il mio “lavoro” non è diverso solo per questo, credo che lo sia perché dietro ogni ricetta c’è una storia, la storia del dolce su cui faccio un vero e proprio lavoro di ricerca, traduzione, confronto, e c’è la storia di come nasce anche dalle mie mani, c’è uno studio serio degli ingredienti ed una consapevolezza diversa che non è il semplice “cucino perché devo”, o almeno non ho l’impressione, rileggendomi, di aver buttato lì ricette stracopiate e via…
Quel che rende poi le mie realizzazioni diverse, forse, è la continua rielaborazione dei sapori… una volta un amico di mio figlio mi disse che mangiare un mio dolce non era mai qualcosa di scontato, ma che si doveva sempre andare in cerca del tocco personale, dell’ingrediente in più… e questo è il complimento più bello e più chiaro che abbia mai ricevuto in riferimento alla mia cucina J

A CHE COSA STO LAVORANDO?

Macarons
Per quanto riguarda la cucina ho sperimentato molto col pesce negli ultimi tempi, con ottimi risultati, almeno secondo marito, figli e amici… proprio oggi ho sperimentato una famosa torta del non plus ultra dei pasticceri italiani, Iginio Massari, e già sto pensando a come rendere la stessa gluten free e permettere così anche alla mia collega Paola di assaporare tal bontà… dopodiché ho il pensiero della torta che dovrò realizzare per i 18 anni della figlia di una cara amica… ma, riferendomi a quanto risposto alla prima domanda, più ci penso e più trovo il vuoto… qualche giorno prima arriverà la vera e definitiva ispirazione e andrà bene!!!

Bene, come suggeriva anche Monila, questo post non serve solo a parlare delle mie creazioni, ma anche a far conoscere altre blogger creative!

...e questi sono tre blog che seguo con piacere:

4 commenti:

  1. Grazie per avere partecipato! Sei speciale proprio come le tue ricette :-D

    RispondiElimina
  2. bellissimo leggere questo post, immaginarti mentre me lo racconti a voce e sapere che è tutto vero! Sul cake design e le mode culinarie la penso esattamente come te. Sei una forza, continua così e grazie mille per avermi nominata! :) :*

    RispondiElimina