sabato 3 gennaio 2015

Cantucci del Pirata

Prima ricetta dell’anno, o meglio primo post dell’anno visto che questi biscotti risalgono a qualche settimana fa…

L’ispirazione mi è venuta guardando un Talent per apprendisti pasticceri ed in cui si richiedeva di variare sul tema “Cantucci”. La cosa mi ha invogliata a provare dei Cantucci al cioccolato… sguardo in dispensa, qualche calcolo su alcune ricette che stazionano sul quadernino storico delle ricette di casa mia… ed ecco dei Cantucci con calde note di cacao e zucchero di canna e con cenni di caffè e rhum invecchiato che mi fanno pensare ai Pirati e a terre ed avventure lontane…

Cantucci semintegrali al Cioccolato
o meglio
CANTUCCI DEL PIRATA

100g farina 0, 150g farina integrale, 3 uova XL, 200g zucchero integrale di canna, 25g cacao amaro in polvere, 1 cucchiaino di caffè in polvere (non istantaneo), un pizzico di sale, 50g d’olio di semi di mais, 5g lievito x dolci, 100g cioccolato fondente al 70%, 100g mandorle, 80g uvetta sultanina, un goccio di rhum.



Prescaldare il forno a 180°. Tagliare grossolanamente a coltello le mandorle ed il cioccolato fondente. Far rinvenire in acqua tiepida l’uvetta per una decina di minuti, dopodiché sgocciolarla, strizzarla ed insaporirla con mezzo bicchierino di rhum.
Nella ciotola della planetaria setacciare e mescolare le farine, il cacao, il caffé, lo zucchero, il sale ed il lievito. Lavorare con la frusta K unendo agli ingredienti secchi quelli liquidi, uova e olio, e far andare la macchina a velocità minima fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Da ultimi aggiungere le mandorle, il cioccolato e l’uvetta, mescolando delicatamente e finendo l’amalgama sul piano di lavoro leggermente infarinato.
Formare dei cilindri larghi circa 3cm e adagiarli su una teglia foderata di carta da forno. Infornare per 30/35 min.
A questo punto sfornare e lasciar riposare qualche minuto (giusto per non pelarsi le dita :P ). Poggiando i cilindri sul piano di lavoro tagliargli in obliquo, praticando i tagli ad un centimetro e mezzo l’uno dall’altro. Disporre di nuovo i biscotti, stavolta tagliati, sulla teglia e completare la cottura a 150° “biscottando” 5 minuti per lato.


I Cantucci si conservano in barattolo di vetro o di latta ben chiuso… come si gustano? Questi direi con un goccino di rhum :P


Buon Anno Pirati!

4 commenti:

  1. Avendo il marito fiorentino conosco bene i cantucci tradizionali ma questi sono da provare...prima o poi! Grazie

    RispondiElimina
  2. Allora, se mi metti assieme cioccolato e rhum conquisti subito il mio cuore (e la mia gola :P )
    Lo so bene che non ti ci trovi ma resto ultra convinta che tu vinceresti subito uno di quei talent!

    RispondiElimina