domenica 6 aprile 2014

Scrigno al Limone

I miei Cestini agli Agrumi hanno riscosso un successo inaspettato. La soddisfazione di ricevere una e-mail anche in ebraico in cui Perry mi comunica che li ha realizzati e che li ha trovati fantastici non ha pari…

Prima ancora di postarli avevo però già realizzato una seconda ricetta… mi serviva un dolce che concludesse una cena con amici e, dovendo pensare anche al secondo di pesce (branzino farcito al cartoccio), non avevo tempo di impelagarmi con una torta… in genere non amo le torte a fine pasto perché, anche se fosse la migliore torta del mondo, a pancia piena non si degusta nel modo giusto…

Ci ho pensato per qualche giorno… “mumble mumble… cena di pesce – pesce si abbina a limone – limone come sorbetto? Non mi piace! – cheesecake al limone? Uhm, no!! – voglio qualcosa di… di… di particolare, ecco! Qualcosa che non appesantisca, qualcosa di fresco, qualcosa comunque dolce… i cestini li ho realizzati altre volte, soluzione sempre riuscita benone, perché non cestini con "qualcosa" al limone??
Sono perfino arrivata a progettare il dolcetto, a disegnarlo, a stratificarlo nella mia mente…


Ne è venuto fuori un piccolo gioiello (a detta dei miei amici eh!)semplicissimo e costituito da un Cestino di Brisée, cioccolato bianco fuso e aromatizzato al limone, marmellata di arance di Sicilia, Crema alla Vergine di Vincenzo Corrado aromatizzata al limone, spolverata di zeste di limone in polvere…
Inizialmente pensavo ad una crema panna e mascarpone, poi… poi che avrebbe avuto di particolare?? Pensiero assolutamente bocciato!! :D


Non è tutto!! Volevo anche un nome per il mio dolcetto… mi è venuta in mente l’immagine di uno scrigno, uno scrigno del tesoro, uno scrigno di Venere, quindi qualcosa che si abbinasse alla cena di pesce… il tesoro dei pirati, una mezza conchiglia… e così…

Scrigno al Limone





Per i Cestini di brisée
(lo scrigno) qui.




Per la crema ho scelto di affidarmi ad una ricetta antichissima, risale addirittura al ‘700 ed è de Il Cuoco Galante di Vincenzo Corrado, appunto, modernizzata con l’utilizzo dell’amido.

La Crema: 550ml di latte intero, 70g di albumi, 100g di zucchero, 40g amido di mais, essenza di limone o polvere di zeste di limone (io essenza), 1cm di baccello di vaniglia aperto (non ho usato un baccello intero perché volevo che prevalesse il limone).

Montare gli albumi con lo zucchero finché il composto diventi chiaro e spumoso, non a neve, dopodiché aggiungere l'amido setacciato.
Nel frattempo scaldare il latte con 1cm di baccello di vaniglia, quindi versarlo a filo sul composto di albumi. Mescolare e trasferire il tutto in un pentolino e cuocere la crema a fuoco medio basso, ovvero finché la crema si ispessisce. Profumare con qualche goccia di essenza di limone e lasciar raffreddare.
Questa crema è ottima accompagnata da confetture “rosse”, questo spunto mi ha permesso di pensare all’abbinamento con una marmellata d’arancia e scorze… sì, lo so che non è un frutto rosso, ma a me interessava l’abbinamento crema/marmellata per le consistenze.

Il cioccolato bianco al limone: fondere 150g di buon cioccolato bianco a bagnomaria unendo qualche goccia di essenza di limone o polvere di zeste di limone (io ho usato l’essenza). Con questo spennellare l’interno dei cestini. Dopo averli spennellati tutti nappare i bordi degli stessi immergendoli per un attimo nel cioccolato e poi nei confettini colorati. Lasciare che il cioccolato solidifichi.



Una volta raffreddata, ho addizionato la crema con 100g di panna montata.
Ho messo mezzo cucchiaino di marmellata d’arance a contatto con lo strato di cioccolato bianco e poi, con un sac à poche, ho farcito gli scrigni. Niente di difficile, no? Prima di servire ho completato con zeste di limone in polvere…


Servito! Ottimo!
...da migliorare aspetto e presentazione, ma...
come sono contenta!!! :D


N.B. tengo a sottolineare che questa ricetta è mia, non la troverete MAI in nessun libro, nè in nessun sito, perché è stata sviluppata da me sulla base delle mie conoscenze, dei miei gusti e delle mie esigenze personali ;) pertanto siete pregati di divulgarla solo ed esclusivamente citando in un link questa pagina del mio blog. Grazie.

9 commenti:

  1. Sono rimasta a bocca aperta di fronte a questi dolcetti fiabeschi e ancor più quando ho letto che si tratta di una tua creazione! Che dire? Chapeau! :-)

    RispondiElimina
  2. DEvono essere ottimi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Salva la tua ricetta nei segnalibri... no, salvo l'indirizzo e così.... penso che preso li farò! Ciaooo

    RispondiElimina
  3. che brava! Ciao Raffa, piacere, io mi chiamo Vanna e sono contenta di aver scoperto il tuo blog, è molto carino,quindi mi sono iscritta volentieri, se ti va ,passa da me, ti aspetto, cosi non ci perdiamo di vista! ciao! http://ledeliziedivanna.blogspot.it/

    RispondiElimina