venerdì 31 maggio 2013

Muffins al Melone

Fine Primavera?? Estate??? Accidenti sembra di stare ad ottobre... non nei frutti però, che son quelli giusti per la stagione che nominalmente stiamo vivendo... indi per cui adeguiamo la dolcetteria di casa mia ai prodotti stagionali :P

MUFFINS al MELONE

Per 16:  250g farina 00, 2 cucchiaini lievito per dolci, 1/2 cucchiaino bicarbonato, 1 uovo, 125g zucchero, 80ml olio di mais, 250g latticello (o yogurt/latte metà e metà), 100g di melone fresco tagliato a dadini.

Preriscaldare il forno a 180° (se ventilato 160°, ma consiglio lo statico), sistemare i pirottini nello stampo da muffins. In una ciotola setacciare e mescolare farina, lievito e bicarbonato ed in un'altra montare l'uovo con lo zucchero, l'olio ed il latticello (ingredienti umidi).
Unire i due composti mescolando velocemente e brevemente con una frusta a mano. Unire anche il melone.
Versare l'impasto nei pirottini riempiendoli per 3/4 ed infornare da 20 a 30 min a seconda del forno... (fare la prova stecchino, oppure, più semplicemente, premere un po' la superficie del dolcetto, se torna a posto è cotto, se resta infossato no :P ).
Sfornare i muffins e farli raffreddare 5 minuti nello stampo, dopodichè porli su una griglia fino a completo raffreddamento.



Ovviamente li ho decorati con una delicatissima
Buttercream al Melone

500g zucchero a velo, 100g burro morbido, 60ml crema di liquore al melone... oppure 60ml di panna fresca e dadini di melone fresco a piacere.


Montare il burro con un mixer elettrico fino a quando sarà chiaro e spumoso. Aggiungere lo zucchero a velo (setacciato) poco alla volta e quando se ne sarà unito almeno la metà aggiungere la crema di liquore, mescolare e continuare ad unire lo zav… Se la crema dovesse sembrare troppo dura aggiungere pochissimo latte o pochissima panna (non più di 15ml totali).
Nel caso in cui si utilizzi il melone fresco aggiungere i dadini di melone solo alla fine e spatolare la buttercream sui muffins, anzichè lavorarla con sac à poche :P



giovedì 30 maggio 2013

Pois Thursday al caffè!

Il mio Pois Thursday si tinge di nero, di nero vero e profumato... anche perché è quel che mi ci vuole in questa primavera che non arriva più :D

Caffè vero, verissimo di Levante e profumato col legno di aloè, che chiunque lo prova, quand'anche fosse l'uomo il più grave, l'uomo il più plumbeo della terra, bisogna che per necessità si risvegli e almeno per una mezz'ora diventi uomo ragionevole - P. Verri


via Pinterest




con questo post partecipo all'iniziativa

  

di Antonella e di blogacavolo.blogspot 


martedì 28 maggio 2013

Zucchero colorato homemade

Un post piccolo piccolo... per un trucchetto piccolo piccolo :D 

Come si fa lo zucchero colorato in casa? Ma eccolo quiiiii :P

 ZUCCHERO COLORATO HOMEMADE

100g di zucchero semolato bianco, gocce di colorante

Mettere lo zucchero in un sacchetto di quelli da congelatore e versare qualche goccia di colorante alimentare, io uso quelli in gel... dopodichè chiudere il sacchetto e dal di fuori "sbriciolare" con le mani il colorante, mano a mano si colorerà tutto lo zucchero... usare più o meno colorante a seconda del colore che si vuole ottenere... riaprire il sacchetto e lasciar "asciugare" lo zucchero.


Si usa per decorare biscottini, cupcakes, ecc...


...di prove e tentativi...

...sarà un post strano, ma non ho mai mostrato, non sul blog, quali sono stati alcuni dei miei primi tentativi :D 
Rimediamo??

Luglio 2011 - Hello Kitty in pdz-colla

Pasqua 2011 - prove di modellazione pdz/mmf

settembre 2011 - prime foglie in ghiaccia reale

ottobre 2011 - farfalle in ghiaccia reale colorata

dicembre 2011 - fiocchi di neve in ghiaccia reale
agosto 2011 - zucchero colorato homemade


giovedì 23 maggio 2013

Bavarese Profumato


Un'altra delle mie prime volte... mio figlio, quello maggiore... quello che studia all'alberghiero... bè son due anni che mi chiede di fargli il famosissimo dolce al cucchiaio... ho sempre desistito... poi un sabato pomeriggio...

 Bavarese Profumato

150g di fragole, 150g di ananas fresco (peso da pulito), uno spicchio di mela Granny Smith, 150g di zucchero, 4 fogli di colla di pesce (paneangeli), 3 tuorli, 250ml di latte intero, 400ml di panna fresca, la scorza di 1 limone.



Sistemare i fogli di colla di pesce in una ciotola, coprirli con acqua fredda e farli ammorbidire per 10 minuti. Montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo. Nel frattempo far sobbollire il latte con la scorza di limone, che andrà eliminata prima di mescolare il latte alle uova. Ora versare il latte caldo, a filo, sulla montata di uova, amalgamare bene e porre tutto in un pentolino su fuoco dolce… far cuocere la crema fino ad addensarla, ma senza mai farla bollire. Toglierla dal fuoco, strizzare la colla di pesce e unirla alla crema. Mescolare bene, coprire il pentolino e lasciar raffreddare a temperatura ambiente.


Quando sarà fredda montare la panna e incorporarla alla crema di uova.
A questo punto lavare le fragole, asciugarle, frullarle, passarle al colino e unirle alla crema.   Ugualmente con l’ananas e lo spicchio di mela Granny Smith.
Versare il composto in uno stampo e tenerlo in frigo per almeno 5 ore.
Una volta raffreddato, sformare il Bavarese e decorarlo con panna o con fragoline, o con frutti misti a dadini e coulis di fragole… :P 



La FIP si muove!! Arrivano i Campionati!!


WOWOWOWOW CHE NOTIZIAAAAA!!!

Stano partendo il Campionato Mondiale di Cake Designer e la Coppa del Mondo di Pasticceria Gelateria Cioccolateria
Dopo anni di impegno e di lavoro  la FIP è riuscita finalmente a portare a casa alcuni degli obiettivi che si era prefissa e per cui è nata come associazione!!
Ben  2 Campionati del Mondo si svolgeranno in Italia ideati ed organizzati dalla Federazione e dalla Equipe Eccellenze Italiane FIP!!
A dare lustro a questi eventi c’è la preziosa collaborazione di enti e fiere di livello nazionale ed internazionale come Host Fiera Milano che ospiterà i due Campionati Mondiali 2015 e Tirreno CT di Massa Carrara che nel 2014 che darà vita alle selezioni per coloro che rappresenteranno l’Italia ai Mondiali del 2015 di Host.

seguici qui

seguici qui


La FIP Federazione Italiana Pasticceria Gelateria Cioccolateria, in collaborazione con l'Equipe Eccellenze Italiane di cui fanno parte Maestri Campioni del Mondo di Pasticceria, Campioni Olimpici, Campioni Europei e Campioni Italiani che animeranno il forum di pasticceria ad Host Fiera Milano 2013 con un programma completo che porta a valorizzare i prodotti ed il Made in Italy.

Per la prima volta in Italia i Maestri Pasticceri della FIP daranno vita alla più grande galleria d'Arte della Pasticceria creando dal vivo sculture di ghiaccio, zucchero, cioccolato, intaglio vegetali, sculture di burro, sculture di pane,… piccole perle e gioielli di pasticceria classica italiana ed internazionale, piatti tipici della ristorazione italiana, il tutto rivisitato in chiave moderna. Non mancheranno lezioni teoriche e pratiche su chimica e merceologia degli alimenti e approfondimenti e ricette sulle ultime tendenze del mercato.

A dimostrare nomi come Amelio Mazzella, Francesca Marsetti, Massimiliano Musso, Girolamo Brescia, Gennaro Volpe, Giovanni Cappello, Mario Ragona, Roberto Lestani, Rossano Vinciarelli, Cristian Beduschi, Renato Cattapan, Orlando Scaggiante…
Dal 18 al 22 ottobre 2013 presso la Fiera Host a Milano verranno presentati ufficialmente gli eventi ed a febbraio 2014 presso la Fiera del Tirreno Ct a Massa verranno selezionati i candidati italiani che rappresenteranno l’Italia.
 
Per regolamenti ufficiali ed informazioni sugli eventi o iscrizioni: www.federazionepasticceri.it


NON SI PUO' MANCARE!!!

...questa primavera che non c'è...

via Pinterest
con questo post partecipo all'iniziativa

  

di Antonella e di blogacavolo.blogspot 

mercoledì 22 maggio 2013

Burro o Olio?


La realizzazione della Frolla all'Olio mi ha fatto pensare che non ho mai spiegato come realmente si sostituisca il burro con l'olio e viceversa... ovviamente in tutti quei piatti in cui è sostituibile!! Laddove non è possibile si può provare l'utilizzo del burro chiarificato, adatto anche agli intolleranti al lattosio ;) in quel caso la sostituzione è totale, non c'è bisogno di proporzioni.

fonte immagine
Molti pensano che basti sostituire con la medesima dose, o "fanno ad occhio", il burro con l'olio... ma la composizione dell'uno è differente rispetto a quella dell'altro e, senza mettermi a far lezioni di chimica, vi "giro" la spiegazione semplicissima che ci dà lo Chef Luciano Bergesio (che trovate qui e qui).

"Il burro fa parte di molte ricette della cucina storica del territorio soprattutto del Nord Italia.
In passato, ed in alcune preparazioni, il burro era fondamentale, in altre era usato come condimento soltanto perché nelle campagne era un prodotto di autoproduzione, mentre l’olio evo doveva essere acquistato.

Personalmente, nella mia esperienza  di chef, dove non è fondamentale lo sostituisco con l’olio evo anche per “imburrare le teglie del forno” ottenendo gli stessi risultati di cottura.
L’equivalenza è 100 a 80, cioè a 100g di burro corrispondono 80g di olio evo: basta quindi diminuire di un 20% la quantità se volete passare da burro a olio oppure aumentare del 20% se volete passare da olio a burro.
Questo metodo non è esattissimo, ma è molto comodo e molto reale per il risultato che si deve ottenere in una cucina casalinga" - Luciano Bergesio -

Oltre ciò occorrerebbe poter raggiungere lo stesso peso del burro quando al suo posto si userà l'olio, per questo da più parti arriva il consiglio dell'aggiunta di acqua, latte o brodo a seconda del piatto... ad es. 100g di burro si sostituiscono con 80g di olio e 20g d'acqua.

...possiamo dire che valga il medesimo discorso per gli oli di semi, specie nei dolci, perchè contribuiscono a mantenerli soffici e leggeri.