lunedì 20 maggio 2013

Savoiardi Homemade


I savoiardi in casa? Ma certo che si può ;)

I savoiardi sono biscotti della cucina tradizionale piemontese. Sono molto conosciuti e apprezzati ovunque ed hanno dei biscotti “corrispondenti” anche in molti Paesi… famosi per la loro caratteristica forma allungata unita alla consistenza leggera e friabile.

Per realizzare un ottimo biscotto savoiardo occorre montare gli albumi a neve fermissima e, anziché unirli, come nei più classici dolci, ai tuorli montati con lo zucchero, va fatto il contrario, ovvero sono i tuorli montati che andranno uniti con delicatezza agli albumi… questa operazione condiziona la leggerezza del prodotto finale… e la “spumosità” del savoiardo.

Leggenda vuole che nacquero nel Medioevo, intorno al 1300, e che furono creati dal cuoco di corte di Amedeo VI, in occasione di una visita ufficiale del Re di Francia in Savoia… già da quel memorabile pranzo furono chiamati Savoiardi.

I Savoiardi sono i biscotti più adatti alla preparazione di dolci classici come il tiramisù, la zuppa inglese, alcuni tipi di soufflè, la charlotte… accompagnano perfettamente anche varie salse, gelati e macedonie.


La ricetta che utilizzo? Eccola!! ;)

BASE SAVOIARDA - BISCOTTI SAVOIARDI

4 uova, 120g zucchero, 40g fecola di patate, 110g farina 00, zucchero a velo.



In una terrina montare a neve molto ferma gli albumi con 100g di zucchero. A parte amalgamare i tuorli con i 20g di zucchero restanti, al massimo per 1 min, non devono montare. Aggiungere i tuorli agli albumi (e non il contrario) amalgamando con la spatola dal basso verso l'alto. Unire allo stesso modo le farine setacciate a cucchiaiate.

Versare questo composto soffice, ma consistente, nel sac à poche e formare sulla placca unta e infarinata delle strisce di 10 cm x 3, piuttosto distanziate.

Dopo aver formato i biscotti, lasciarli riposare qualche minuto, spolverare con zucchero a velo e infornare in forno preriscaldato a 160° per 20-25 minuti, a metà altezza.
Toglierli quando saranno appena biondi. Lasciar raffreddare qualche minuto prima di staccarli con una spatolina. Si conservano a lungo in una scatola di latta.

Si può formare una spirale, come faccio spesso anch'io, creando così un'ottima base per molti dolci ;)


4 commenti:

  1. bellissima ricetta! :D li proverò

    RispondiElimina
  2. ciao e complimenti per le favolose ricette....io non sono molto esperta...una domandina ..questa dose se dovesse servirmi per fare da base ud una torta,quante basi ci potrei fare?grazie grazie...Paola T.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola e grazie per i complimenti... con questa dose a me vengono due basi da 24 cm :)

      Elimina