venerdì 29 marzo 2013

La Pizza di Pasqua al formaggio

…è venerdì, il Venerdì Santo 2013 ed io mi preparo alla Pasqua secondo quelli che sono i miei valori e la mia religione… questo post però non poteva attendere, anche perché la squisitezza che vado a presentare è stata richiesta a gran voce da mio figlio :D come dire di no?? 

Trovai questa ricetta, vecchia di 100 anni e per questo piena di fascino, durante la Quaresima del 2010 su Anice&Cannella… citata altre volte su questo blog, credo che Paoletta sia una maga dei lievitati e con la cucina in genere :P proprio per questo per la ricetta vi rimando direttamente al suo blog, in cui tra l'altro ci sono consigli e trucchetti, note e osservazioni… io mi limito a farvi vedere i risultati della mia Pizza di Pasqua… ah, piccola variante: non uso il pepe e stavolta mi sono affidata al lievito madre in polvere, ottima direi!!!! J


Con questo vi auguro una Felice Pasqua nella piena benedizione del Signore :P

PIZZA di PASQUA al FORMAGGIO

...la ricetta è QUI ;) ma voglio scrivervela ugualmente o mi rimproverate di farvi girare come trottole per il web J


Questo impasto è adatto ad una caldaietta (tipo questa in foto) con queste misure: 12cm di altezza, 16cm di base inferiore e 21cm di diametro alla base superiore.





5 uova, 300g farina 0, 200g farina Manitoba (io farina W330), 100ml acqua tiepida, 25/30gr lievito di birra (io sostituisco con 50g Lievito Madre secco: questo, tenete presente che non conosco la riuscita di altro LM secco perché uso solo questo :O ), 1 cucchiaino di zucchero, 1 cucchiaino di sale, 1 cucchiaino di pepe, 5 cucchiai di olio evo (umbro), 50 gr di strutto (no sostitutivi), 250g di formaggi grattugiati misti tra Parmigiano Reggiano e Pecorino Romano in proporzione variabile secondo i propri gusti (metà/metà è il giusto equilibrio), ma potrebbe piacere più saporita per cui si potrebbe aumentare la quantità di Pecorino diminuendo in proporzione quella di Parmigiano… per questo motivo il sale va dosato con oculatezza!


In una ciotola attivare il lievito con lo zucchero e l'acqua tiepida, lasciar fermentare 5/6 min. Mettere la farina in una ciotola più grande o in quella della planetaria e formare un pozzetto nel mezzo… qui andrà posto il lievito fermentato, che andrà leggermente mescolato con un pochino di farina presa dal totale delle farine miscelate e setacciate due volte. Si deve ottenere una pasta di consistenza simile a quella di un ciambellone. Coprire con altra farina senza impastare e lasciar riposare un’oretta.
Mescolare le uova con il sale, il pepe, i formaggi grattugiati e l'olio e lasciar fondere i sapori… fino a quando il lievitino sarà pronto, ovvero quando la superficie sarà screpolata. A questo punto unire, poco alla volta, il misto uova/formaggi, quindi la farina e da ultimo lo strutto ammorbidito a temperatura ambiente.

Impastare a lungo tenendo presente che è comunque un impasto morbido e che se si volesse aggiungere farina non si dovrebbero superare i 600g.


Lasciar riposare l'impasto a temperatura ambiente per 45/60 min. coperto, quindi formare una palla e trasferire nella caldaietta ben unta. Far lievitare a 26/28° fino a che avrà raggiunto il bordo del tegame formando la cupola.

Infornare a 200° in forno appena acceso creando vapore in modo da evitare la formazione della crosta e permettere uno sviluppo maggiore in cottura. Come si crea vapore? Semplicemente versando un bicchiere d’acqua sul fondo del forno, infornare immediatamente e chiudere lo sportello. Cuocere a 200° per un'oretta, ma controllare la cottura già dopo 45 min. con uno stecchino da spiedo: deve risultare asciutto!



Prima di essere consumata questa Pizza andrebbe fatta riposare qualche giorno e, secondo tradizione, consumata la mattina di Pasqua con salumi e uova sode… si conserva bene in sacchetto di cellophane.


9 commenti:

  1. Io questa pizza non l'ho mai assaggiata, ma prima o poi mi deciderò a farla perché mi sembra decisamente buona :-) Tanti auguri per una Pasqua gioiosa, Raffaella cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...se ami il formaggio è una squisitezza ;) Buona Pasqua anche a te Lucia :)))))

      Elimina
  2. ciao cara auguri e un premio per te!! passa dalle mie parti tira un buon vento!!!....

    RispondiElimina
  3. che buona me la portava sempre una compagna delle elementari per pasqua! tanti auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Elisabetta, auguri anche a te ;)

      Elimina
  4. bella lievitazione!!!! Io quest'anno niente torta di formaggio (in genere la preparo al volo con la macchina del pane, non inorridire, please!), mi sono data al casatiello campano (tanto per far felice il Franz che è di origini salernitane). Ma la torta di formaggio E' la torta di Pasqua. Inutile fare paragoni...
    A proposito, nella mia versione ci vanno cubetti di pecorino nell'impasto. Così tra un morso e l'altro capita di granocchiarli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Claudia, è nella versione tipica marchigiana che vanno i pezzettini di pecorino, in questa che è umbra e che si usa anche dalle mie parti no :P
      e poi non preoccuparti che non inorridisco se impasti con la mdp :D :D :D

      Elimina
    2. p.s. la bella lievitazione è merito del lievito madre ;)

      Elimina