lunedì 17 dicembre 2012

Cupcake's History


Il 15 dicembre in tutto il mondo anglo-americano è il National Cupcake Day!!!

via flickr

jamesdirect.com




La cupcake è un dolcetto che ha visto la sua evoluzione negli Stati Uniti nel IXX secolo, anche se troviamo una prima menzione già nel 1796 in American Cookery di Amelia Simmons. Troviamo infatti la ricetta di "una torta da cuocere in piccole tazze".








La sua invenzione rivoluzionò  il modo di concepire il dessert e permise di ottenere ottimi dolci in tempo brevissimo… gli storici della cucina anglo-americana devono ancora individuare il nome originario della cupcake e per questo esistono due scuole di pensiero: una sostiene che la cupcake sia un dolce cotto in “tazza” fin dalle origini e la seconda sostiene che il termine “cup” sia da riferirsi unicamente all’unità di misura degli ingredienti, la cup, appunto… il nome di "cupcake" è ora dato a qualsiasi piccola torta che abbia la dimensione di una tazza da tè.
Una curiosità: la cupcake è chiamata anche "torta delle fate", nome che descrive in maniera fantasiosa le sue dimensioni.
Inizialmente le cupcakes erano chiamate anche con dei numeri “1 2 3 4 cakes”, in modo da ricordare facilmente la quantità di ingredienti necessaria alla loro realizzazione: 1 cup di burro, 1 cup di latte, 1 cucchiaio di lievito, 2 cup di zucchero, 3 cup di farina, 4 uova… ovviamente oggi non si utilizzano  queste quantità per gli ingredienti, ma questa numerata è stata una delle prime ricette per creare gustose cupcakes.

via flickr
Scrivevo all’inizio che la cupcake rivoluzionò anche il concetto di tempo da dedicare ai dolci in cucina, infatti la sua cottura era molto veloce rispetto alle grandi torte che si stavano imponendo nel panorama culinario anglo-americano… e il costo era decisamente minore rispetto all’allora famosissima Pound Cake… e verso la fine del XX secolo si iniziarono ad usare dei barattoli per ottenere la giusta monodose della cupcake… che sia nata così anche la cake in a jar??
Sottolineo come il nome di molti dolci anglo-americani tendano a semplificare e indicare il metodo di misurazione degli ingredienti: pound cake (torta “libbra”/pound) una libbra di ciascun ingrediente e “cupcake” cioè torta con ingredienti misurati in “tazza”.

Fin dalla loro creazione, le cupcakes sono di tendenza e si identificano con il periodo pop del mondo culinario.

usa.greekreporter.com

Il successo della tortina “in tazza” è stato così grande che sono stati aperti decine e decine di panifici e catene interamente dedicato a loro. Nel XXI secolo, a New York, nascono negozi esclusivi della Cupcake come Magnolia Bakery, che è diventato famoso al punto da apparire, ad es., in film come Sex and the City. 





vintageandcake.blogspot.it



Oggi ovunque è pieno di libri di cucina, blog e riviste dedicate alle cupcakes… Riporto l’esempio della poliedrica presentatrice televisiva Martha Stewart che, nel 2010, ha pubblicato un libro interamente dedicato alle cupcakes… e da qui la cupcake ha oltrepassato i confini americani giungendo nella vecchia e sonnacchiosa Europa, nelle nostre cucine iniziano a far capolino tortine squisite e variopinte… dalle cupcakes classiche e intramontabili al cioccolato e alla vaniglia, ai nuovi sapori che l’uso della fantasia porta ad inventare.







La ricetta standard della cupcake utilizza gli stessi ingredienti di base delle torte: burro, zucchero, uova e farina, ma qualsiasi ricetta di torta-base è adatta a diventare cupcake.
…ma non c’è cupcake se non c’è la sua glassa, la sua crema, la sua buttercream, la sua pasta di zucchero... il suo frosting rigorosamente abbinato.

Baci :) Raffa

Nessun commento:

Posta un commento