sabato 3 novembre 2012

CARROT CAKE? Certo che gradisco!



Il 3 febbraio è il Giorno Nazionale della Torta di Carote!

…non si sa se sia più deliziosa la torta o la crema al formaggio con cui viene farcita…
resta il fatto che è deliziosa!!

Le carote sono state utilizzate nelle torte e nei budini fin dal Medioevo… il budino di carota era apprezzato come dolce dei banchetti medievali… a quel tempo lo zucchero era poco conosciuto o molto costoso e le carote, che contengono più zucchero rispetto a qualsiasi altro ortaggio oltre alla barbabietola, erano molto più facili da trovare e utilizzare per fare dolci.

Le origini della CARROT CAKE sono controverse… ma si pensa provenga da Göteborg, Svezia… mentre altre fonti sostengono che sia invenzione di una famiglia di origini italiane, i Picascio.

La sua popolarità è dovuta però alla Gran Bretagna e la causa della diffusione di questa torta semplice fu il razionamento dello zucchero durante la II Guerra Mondiale… la politica stessa incoraggiò a produrre torte di carote, le cui ricette venivano distribuite in tutta l'Inghilterra… di conseguenza arrivò negli USA con le truppe di ritorno dall’Europa…

…un'altra storia indica che dopo la II Guerra Mondiale ci fu un eccesso di carote in scatola negli Stati Uniti. Un uomo d'affari di nome George C. Page assunse dei mastri fornai per trovare tutti gli usi possibili al fine di smaltire le scorte di carote… sembra che la risposta a questa “chiamata” fu la Carrot Cake la cui ricetta fu  venduta attraverso la società Pak, un grande fornitore alimentare.

Negli Stati Uniti, le Carrot Cakes così come le conosciamo, con la farcia di frosting al formaggio, sono approdate nei ristoranti e nelle caffetterie nei primi anni ‘60. Fu una novità e piacque così tanto che è diventato uno dei dolci immancabili sia in casa, sia nei ristoranti.
Nel 1970, era già tra le prime 5 torte preferite, tra le TOP Cakes americane…
 
La Carrot Cake è definita anche “Passion Cake” ed è stata votata come il dolce preferito nel Regno Unito, secondo un sondaggio di Radio Times nel 2011.

La particolarità di questa torta è il leggero sentore di spezie e spesso si accompagnano alle carote anche ananas, uva passa, o mele… sinceramente non è il sapore o la dolcezza della carota che colpiscono in questo dolce, ma proprio le spezie, o la dolcezza dell’uvetta, o delle mele, o dell’ananas o finanche l’accoppiata con la glassa al formaggio...

…in sostanza possiamo ben vedere come la Carrot Cake sia oggi considerata un classico senza tempo… di quelli che non passan mai di moda – notizie liberamente tratte da http://www.cakespy.com/




CARROT CAKE

100g di noci (o noci pecan, o nocciole, o mandorle), 340g di carote finemente grattugiate, 260g di farina, 5g di bicarbonato di sodio, 8g lievito per dolci, ½ cucchiaino di sale, 8g di cannella, ½ cucchiaino di zenzero macinato, ½ cucchiaino di noce moscata, 4 uova XL (o 5 uova medie), 300g zucchero integrale di canna, 240ml olio di mais, 10g estratto di vaniglia puro (facoltativo... già, facoltativo :D altrimenti la mia collega Roberta si arrabbia perchè c'è sempre questo ingrediente ed è praticamente introvabile... o costa un botto :O se l'avete usatelo, ma mi raccomando di NON sostituirlo con vanillina o aroma vaniglia... perchè... leggete qui... e corro anche a cancellarlo in tutte le ricette ;) ).

x la farcia: 60g burro morbido, 220g formaggio cremoso (simil-philadelphia, io ho usato mascarpone), 230g di zucchero a velo setacciato, 200g panna fresca, 4g estratto di vaniglia puro e/o un cucchiaio di scorza grattugiata di limone (entrambi gli aromi sono facoltativi).

La torta: preriscaldare il forno a 180°. Imburrare ed infarinare due teglie da 23cm di diametro (io una sola teglia da 26). Tostare le noci per circa 8 min, lasciarle raffreddare e poi tritarle grossolanamente. Pelare e grattugiare le carote.
Setacciare insieme la farina, il bicarbonato, il lievito e le spezie e tenere da parte.
Montare le uova con lo zucchero per almeno 10 min, dopodichè aggiungere l’olio a filo e l’eventuale estratto di vaniglia. Incorporare il misto farina poco alla volta e, quando sarà ben amalgamato, aggiungere le carote e le noci mescolando delicatamente. Dividere l’impasto nei due stampi ed infornare per 25/30 min… se si utilizza uno stampo unico, come ho fatto io, occorrerà più tempo (col mio forno 1h).
Sfornare e lasciar raffreddare su una gratella.





La farcia: montare la panna e tenerla da parte. Nella ciotola di un mixer elettrico montare il burro con lo zucchero a velo (10 min), poi aggiungere gradualmente il formaggio tenendo al velocità al minimo… quando il formaggio sarà ben incorporato, uniregli eventuali aromi… unire anche la panna mescolando a mano con una spatola. Tenere la farcia in frigo fino al momento dell’utilizzo.
Farcire la torta solo quando sarà ben fredda :P e decorare con granella di noci (o di nocciole o di mandorle a seconda della frutta secca utilizzata nell’impasto).

 Baci :) Raffa

6 commenti:

  1. che idea deliziosa e goduriosaaaaaa complimeni

    RispondiElimina
  2. Che aspetto invitante che ha!Da un po' di giorni pensavo a una torta di carote, ma non ho ancora una ricetta mia, credo proprio che prenderò spunto dalla tua!
    Brava anche per l'illuminazione sugli aromi artificiali, la loro tossicità è ancora spesso sottovalutata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie CRI, fra qualche tempo (appena capirò come si aggiungono pagine al blog) metterò anche qui tutti gli studi che sto via via facendo per Dolci Folly sugli ingredienti che usiamo quotidianamente ;)

      Elimina
  3. sembra buonissima brava
    anche noi usiamo sempre estratto di vaniglia puro che prendiamo al bio...
    oltre a cremor tartaro invece del lievito..
    non utilizziamo coloranti perchè non li trovo naturali (peccato perchè ai bimbi piacciono i dolci colorati)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao neve, grazie ;) anche io uso il cremor tartaro metà/metà col bicarbonato... ;)

      Elimina