sabato 16 giugno 2012

Mrs Doughnut (ovvero la ciambella!)


...la ciambella esiste fin dalla notte dei tempi...

Cos'è? Una ciambella??
...in effetti gli archeologi continuano a scoprire pezzi di fossili alimentari, simili a ciambelle, negli insediamenti preistorici dei Nativi Americani!

flickr.com
La ciambella Donut, o Doughnut, come la conosciamo noi, è arrivata a Manhattan (allora ancora New Amsterdam), con il nome olandese olykoeks, cioè oily cakes, torta oleosa. Generalmente questo dolce era impastato con mele, prugne o uva passa… Si racconta che un bel dì una mucca prese a calci una pentola piena di olio bollente e questo si versò sopra al composto preparato per il dolce olandese… fortunata casualità che sa di leggenda metropolitana, ma fu così che una mucca inventò la “gioia dorata”. A quanto pare, gli immigrati olandesi non condivisero questa grande scoperta con la loro patria e il dolce fritto divenne la loro consolazione alle dure condizioni di vita colonica.

Nel 1847 Elizabeth Gregory, madre di Hanson Gregory, capitano di una nave del New England, unì alla tradizionale ricetta della torta oleosa fritta, la noce moscata, la cannella e la scorza di limone. Questo mix di sapori aggiunse qualità al dolce e la nostra Mrs Gregory ne preparò in gran quantità per il figlio e tutto l’equipaggio della nave e affidò la ricetta al cuoco di bordo! Le scorze di limone, tra l'altro, avrebbero contribuito a prevenire lo scorbuto. Elizabeth aggiunse anche nocciole e noci nella parte centrale del dolce perché si era notato da tempo che la parte centrale non cuoceva bene… mettendo al centro ingredienti che dovevano solo “scaldarsi” si risolse il problema… il fatto che Elizabeth avesse aggiunto delle noci/nocciole (walnut & hazelnut) fece chiamare il dolce “pasta di noci”, ovvero dough-nuts :P

Captain Hanson Gregory
L’invenzione del foro centrale, quindi della forma a ciambella, sembra dovuta al figlio di Elizabeth, anche se c'è controversia su questa affermazione… Una storia racconta che durante una tempesta in mare, Hanson fosse in difficoltà nel governare la nave mentre era al timone mangiando la sua dough-nut, in quell’occasione un dolce si conficcò nel piolo di legno del timone formando una ciambella. Soddisfatto della nuova forma, il capitano ordinò al suo cuoco di preparare tutti i dolci dough-nuts con il foro al centro! Un'altra variante della leggenda potrebbe essere più facile da credere: sostanzialmente il capitano non amava noci e nocciole e li toglieva prima di mangiare il suo dolcetto, lasciando così un buco centrale in esso. Su richiesta del capitano, il cuoco di bordo creò tutti i dolci successivi a forma di ciambella, rimuovendo il centro con una piccola scatola di latta tonda… Un'altra storia, quella che costò la vita ad Hanson, è che un angelo gli apparve in sogno, portando un piatto di dolci forati al centro, ciambelle quindi!! A causa della diffusione di questa storia, Hanson fu bruciato sul rogo per stregoneria… a metà del 19 ° secolo!!!!! Oggi, la città di Clam Cove, Maine, espone una targa  in onore del Capitano Hanson Gregory: “l'uomo che ha inventato il buco nella ciambella”... fatto sta che, vero o meno, il foro centrale decretò il successo delle Doughnuts!!

Doughnut Gir
Durante la prima guerra mondiale, la ciambella raggiunse lo status di cibo favorito dagli americani in guerra. Per rendere meno spiacevoli i combattimenti e la nostalgia di casa, venivano serviti ai soldati americani dei bomboloni francesi perché ricordavano il cibo della loro Patria. 
Nel 1920, le ciambelle già venivano prodotte in quantità massiccia nei forni di tutti gli States ed erano molto popolari come snack nei teatri. Per soddisfare la crescente domanda di ciambelle, un russo espatriato di nome Adolph Levitt, inventò la prima macchina per ciambelle. Questo ha permesso di ottenere ciambelle uniformi per dimensioni, qualità e sapore. Un ulteriore conquista del pubblico venne proprio da questa invenzione e nel 1925, Levitt era già milionario!

Nel 1932 Kelly Grant Sr. fondò la società Mel-O-Cream e iniziò la produzione su ampia scala delle ormai note ciambelle, produzione resa necessaria dalla crescente richiesta del prodotto da forno... Le ciambelle furono vendute in ogni angolo d’America, che fosse negozio, mercato o bancarella, tutti pazzi per le doughnuts!

C. Gable, C. Colbert
Nel 1934 la Fiera Mondiale di Chicago dichiarò la ciambella "il colpo alimentare del secolo del progresso"! Quello stesso anno la ciambella Doughnuts appare nel film con Clark Gable e Claudette Colbert, "It Happened One Night".
Durante la II Guerra Mondiale, le Crocerossine, chiamate anche Dollies, preparavano ciambelle calde per i soldati ;)
Nel 1937 era famosa anche una canzone popolare che proclamava che, se sei innamorato, puoi vivere solo di caffè e ciambelle
Il Ventennio ‘40/’50 ha visto l'avvento delle catene in franchising come Krispy Kreme Doughnuts e Dunkin' Doughnuts… e, come il caffè, le ciambelle sono diventate il simbolo della prima colazione!

le Dollies


Ciambelle di ogni sorta occhieggiano dalle vetrine dei forni di tutto il mondo, sempici e ripiene… il ripieno più gettonato? Cioccolato e vaniglia!

Gli archeologi potrebbero un giorno trovare i resti fossili delle nostre ciambelle...
Scriveranno che i Nativi Americani mangiavano “torte oleose"!
...ma si ha come l’impressione che le ciambelle sopravviveranno a tutti noi :O

Notizie tratte da mrbreakfast.com - wentz.net - foodreference.about.com 



...ovvio che la ricetta sia nel post seguente ;)

6 commenti:

  1. Come sempre ci racconti delle perle di storia...e io ora ne racconto una! sai perché le griselle pugliesi hanno la forma di una ciambella col buco? Perché così potevano essere trasportate meglio sui muli: linfilate una ad una in un lungo filo di corda venivano poi legate e trasportate per tutta la Puglia!

    RispondiElimina
  2. ciao sono tua nuova follow.. ti va di ricambiare ?
    http://cucinaefigliunicapassione.blogspot.it/2013/12/biscotti-facili-veloci-golosi.html
    ciao a presto !

    RispondiElimina